tartufo nero ordinario

Tartufo Nero Ordinario (Tuber Mesentericum Vittadini)

Il Tuber Mesentericum o Tartufo Nero Ordinario / Fenico

Il tuber mesentericum Vittad. è un tartufo nero ordinario / Fenico anche conosciuto come Tartufo di Bagnoli.

I suoi ascomi hanno forma globosa o subglobosa, spesso reniforme o incavata alla base e diametro variabile da 2 a 10 cm. È considerato tra i tartufi ad aroma più intenso, forte, molto penetrante, che impreziosisce i cibi, in particolare i primi piatti. Per questa sua peculiarità è molto richiesto dall’industria di lavorazione e trasformazione. Questa specie è commestibile di discreto pregio. Tra i pochi tartufi che mantiene l’aroma tipico di tartufo dopo la cottura.

Epoca di maturazione

Autunno, inverno.

Habitat

In terreni sciolti e calcarei a pH neutro o subalcalino (7,5-8), sotto latifoglie e conifere, generalmente a 5-10 cm di profondità, ma anche in superficie, a basse altitudini in pendii preferibilmente esposti a nord, ad altitudine variabile fino a 1450m s.l.m.

Corologia

Tra il 40° e il 52° parallelo di latitudine nord. Spagna, Francia, Gran Bretagna (Sud Inghilterra), Germania, Polonia, Ungheria, Romania, Austria, Svizzera.

Italia: Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sardegna.

Simbiosi in natura

Carpino Nero (Ostrya Carpinifolia)

Roverella (Quercus Pubescens)

Cerro (Quercus Cerris)

Nocciolo (Corylus Avellana)

Carpino Bianco (Carpinus Betulus)

Faggio Europeo (Fagus Sylvatica)

Betulla (Betula)

Castagno Europeo (Castanea Sativa)

Pino Nero (Pinus Nigra)

Pino Silvestre (Pinus Sylavestris)

Simbiosi di sintesi con:

Carpino Nero (Ostrya Carpinifolia)

Roverella (Quercus Pubescens)

Nocciolo (Corylus Avellana)

Pino Domestico (Pinus Pinea)

———–Continua pagina 2———–

Lascia un commento