carpino nero

Il carpino nero (Ostrya carpinifolia)

Il carpino nero o carpinella (Ostrya carpinifolia) è un albero della famiglia delle Betulacee.

carpino neroIl carpino nero ha tronco dritto e chioma raccolta e un po’ allungata; le sue foglie sono a forma ovale, allungate e con il bordo seghettato; la nervatura principale è molto evidente e infatti si dicono penninervie. I frutti sono acheni a grappolo di colore bianco/verde.

Il Carpino nero, in Italia, si trova nelle fasce medie delle colline in posizioni mediamente soleggiate. La formazione forestale nella quale il Carpino nero risulta nel suo optimum è l’Orno-ostrietum, vale a dire in associazione con l’Orniello (Fraxinus ornus). Tale associazione (di cui l’Orniello e il Carpino sono le specie rappresentative) è tipica della “vegetazione illirica”, ben rappresentata in Italia, specie nella zona dei Laghi lombardi, escluso il Garda, dove il Carpino si trova associato alla Roverella (Quercus pubescens) o al Cerro (Quercus cerris). Boschi di carpino nero sono molto diffusi anche nell’Appennino settentrionale e centrale, meno consueti nel Meridione, Sicilia e Sardegna.

Il carpino nero presenta un areale limitato all’Europa sud-orientale (Italia, Austria, Balcani, Grecia, Anatolia). In Italia è presente nell’area prealpina centro-orientale e nell’area peninsulare (dall’Appennino settentrionale alla Calabria), con presenze sporadiche nelle isole maggiori e nell’isola d’Elba.
In Italia vi sono circa 800.000 ettari di boschi con presenza di Carpino nero; è la specie correlata ai querceti di roverella e di cerro.

Il Carpino Nero entra in simbiosi con