tuber melanosporum

Tartufo Nero Pregiato (Tuber Melanosporum )

Il Tuber Melanosporum o Tartufo Nero Pregiato

Il Tuber melanosporum è un ascomicete noto comunemente come “Tartufo nero”. Nonostante l’opinione predominante giudichi il tartufo bianco il migliore dei tartufi, non mancano coloro che gli preferiscono il melanosporum.

Epoca maturazione

Autunno, inverno.

Habitat

In suolo calcareo o calcareo argilloso derivato dalla decomposizione di rocce dell’Era Secondaria (Cretaceo, Giurassico, Triassico), ma anche dell’Era Terziaria (secondo Riousset et al. (2001) si raccoglie Tuber melanosporum Vittad. In terreni dell’Era Primaria, Secondaria, Terziaria e Quaternaria) con contenuto di argilla non superiore al 40%, presenza di Fe, di microelementi e scarsità di N,P,K, superficie, ma non necessariamente, ben areato, permeabile, poroso, sabbioso, anche pietroso, ben soleggiato, raramente a Nord, in pendenza, a pH 7,5-8,5, con 1,5-8% di humus, per lo più alla profondità di 5-15(-30)cm. Cresce per lo più gregario da 100m fino ai 1100m s.l.m. e richiede una pluviometria ben ripartita nell’arco dell’anno : piogge in primavera e in giugno, temporali in estate, piogge in autunno e piogge moderate in inverno.

Corologia

Tra il 40° e  il 48° parallelo di latitudine nord. Portogallo, Spagna, Francia, Germania,Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Svizzera, Croazia, Serbia, Bulgaria, Romania, Grecia, Turchia;

Italia : Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sardegna.

Simbiosi in natura

Roverella (Quercus Pubescens)

Farnia (Quercus Robur)

Rovere (Quercus Petraea)

Leccio (Quercus Ilex)

Quercia Spinosa (Quercus Coccifera)

Quercus Faginea

Cerro (Quercus Cerris)

Fragno (Quercus Trojana)

Sughera (Quercus Suber)

———-Continua a leggere———

 

Lascia un commento