sardegna

Zone tartufigene della Sardegna

Zone Tartufigene della Sardegna

In Sardegna la maggior parte delle aziende, quasi tutte a conduzione familiare, che raccolgono e commercializzano i tartufi. Non si è in grado di stimare la quantità del prodotto raccolto annualmente (si parla approssimativamente di 12-15 quintali) e qual è il giro complessivo di affari.

La maggior parte del raccolto viene esportato all’estero (Inghilterra, Francia, Emirati Arabi soprattutto) grazie alla mediazione di diversi emigrati del territorio che lavorano in questi Paesi nel campo della ristorazione.
In Sardegna il tartufo, non essendo un alimento tipico della tradizione regionale, stenta a decollare. Ultimamente c’è stato un lieve incremento della richiesta e dei consumi grazie ad alcuni ristoratori delle zone costiere che lo hanno proposto con insistenza ai loro abituali clienti.

Le zone dove si trovano i tartufi in Sardegna:
Scorzone, Brumale, Bianchetto e raramente il Nero Pregiato:

  • è il Campitano. Questa zona è situata nella parte occidentale dell’Isola tra Cagliari e Oristano.

Tartufo Estivo o Scorzone si ritrova:

  • In aree calcaree limitate più a Nord , tra Oristano e Nuoro .

Lascia un commento