lucca

Lucca – Due cani da tartufo avvelenati

Lucca – Due cani da tartufo avvelenati

Lucca – Due cani avvelenati in una tartufaia nella periferia della città. E’ allarme dopo le due segnalazioni raccolte dal servizio veterinario dell’Asl e dalla polizia municipale di Lucca : gli animali dopo essere stati lasciati liberi nell’area tra San Donato, Gattaiola, Fagnano, Meati e Montuolo hanno accusato malesseri ma sono stati, fortunatamente, salvati.

Nondimeno, resta la preoccupazione di chi frequenta la zona e delle istituzioni preposte al controllo e alla prevenzione: potrebbero, infatti, esserci altre esche disseminate sui prati e nella boscaglia.

Intanto, per prevenire eventuali nuovi episodi, la zona considerata a rischio a seguito degli ultimi due episodi avvenuti nei giorni scorsi è stata dotata della cartellonistica con la quale si avvisano i proprietari dei cani a fare particolare attenzione, perché controllino che i loro animali non si cibino di alcunché trovato sul terreno. Della situazione si è occupata direttamente la polizia municipale di Lucca che ha lavorato in collaborazione con il servizio specifico dell’Asl. Nei prossimi giorni verrà completata una sorta di mappatura virtuale della zona, con indicate le zone “rosse”, quelle cioè dove si ritiene che possano esservi esche avvelenate sulla base delle ultime segnalazioni.

I cani – spiega Ambrogio Pagani della sanità pubblica veterinaria dell’Asl – hanno accusato malesseri dopo essere stati lasciati liberi dai proprietari in quella zona dove si pratica la raccolta del tartufo. Hanno avuto problemi di tipo neurologico, ma fortunatamente non si sono registrati decessi. Nondimeno, come dispone la legge regionale, è necessario mettere in guardia i proprietari dei cani, affinché siano a conoscenza dei rischi“.

Per questo la polizia municipale ha pubblicato un’ordinanza in cui fa presente i rischi, estesi in un’area compresa, come si diceva, fra San Donato, Gattaiola, Fagnano, Meati e Montuolo.

Fonte: LuccaInDiretta