Sheppard

Il tartufaio del giardino di Sheppard

Il tartufaio del giardino di Sheppard

Sheppard – Quando si arriva a San Giovanni d’Asso, passato il paese verso Monte Uliveto, sulla sinistra in basso c’è un parco giardino, non si può non vedere. Lo cura un giardiniere artista. Si chiama Sheppard. Lo riconoscerete perché è sempre lì a lavorare, con un panama in testa e la zappa in mano.
Sheppard parla di un epoca di molti anni fa quando il bosco era governato da Saggi. Lui ripete la domanda sonora con la quale i Saggi concludevano i loro canti: Se Non Qui, Dove? Qualcuno deve averlo preso in parola, compreso un tartufaio scoperto a far trifole nel parco. «Qualche mese fa una turista americana si spaventò perché il tartufaio dalla boscaglia gridava “vieni qua” al cane, ma la ragazza si spaventò pensando fossero attenzioni verso di lei.» Disse Sheppard,
«Gli ho detto di fare piano, di non spaventare le studentesse con le sue grida. Ma ora lui sussurra al cane “vieni qua” e le ragazze si spaventano ancora di più».
L’ironia di Sheppard Craige è radicata nell’intimo dell’artista e mista alla sua dedizione alla natura e al progetto aperto a tutti che ha creato ne fa un personaggio davvero affascinante.

Lascia un commento