Lagotto Romagnolo

Il Lagotto Romagnolo

Il Lagotto Romagnolo

Il lagotto romagnolo o più semplicemente lagotto, è una razza canina, dalle antiche origini italiane, che si è sviluppata nella zone paludose deldelta del Po: del ravennate e nelle pianure di Comacchio. Dotato di eccezionale olfatto, è l’unica razza al mondo specializzata nella cerca deltartufo.

Lo standard del Lagotto Romagnolo è stato approvato dall’ENCI nel luglio 1992; mentre il 10 marzo 1995[1], la razza è stata riconosciuta a livello internazionale dalla FCI; secondo la stessa FCI la razza appartiene come classificazione al: Gruppo 8 – cani da riporto, cani da cerca, cani da acqua.

Descrizione

Cane di media-piccola taglia, con buone proporzioni, di profilo forma un quadrato quasi perfetto. È di aspetto forte, robusto e rustico allo stesso tempo. Il lagotto romagnolo ha grandi occhi rotondi, in ogni sfumatura di colore che va dal giallo scuro al marrone scuro.

Il pelo è lanoso riccio ed uniformemente distribuito su tutto il corpo; può essere bianco sporco uniforme, bianco con macchie marroni, roano, marrone fegato uniforme, arancio unicolore e in varie combinazioni di tinte; spesso mostra macchie bianche che si sviluppano in età adulta. Il pelo è a crescita continua e deve essere periodicamente tagliato altrimenti forma dei cordoni. Il lagotto è praticamente esente da muta, il sottopelo rimane aggrovigliato al pelo di copertura. È sufficiente una regolare toelettatura una o due volte l’anno. L’aspetto del pelo ricorda il barboncino, anche se l’aspetto del lagotto deve essere rustico e non “salottiero” la coda non è mai arrotolata.

I maschi devono avere una altezza al garrese di 43–49 cm (ideale 46 cm) e devono pesare 13–16 kg. Le femmine devono avere una altezza al garrese di 41–46 cm (43 cm è l’ideale) e un peso di 11–14 kg. Tolleranza di 1 cm. in più o in meno.

Dallo standard: La conformazione generale è quella di un leggero mesomorfo il cui tronco sta nel quadrato, armonico rispetto al formato (eterometria) e disarmonico rispetto ai profili (alloidismo). L’altezza del costato è alquanto inferiore al 50% dell’altezza al garrese e può sfiorare il 44% di tale altezza.

Temperamento

Il Lagotto è nato per lavorare attivamente. In genere hanno un sensorio molto acuto. Sono molto fedeli e amorevoli cosa che lo rende un cane da compagna ideale per la famiglia. Essi sono estremamente adatti all’addestramento. Vanno molto facilmente d’accordo con altri animali, se socializzati fin dalla giovane età. Il lagotto ha bisogno di molto esercizio e devono sempre essere impegnati in un lavoro. Hanno un istinto naturale per il recupero e in genere non vengono disturbati dal gioco o da altri animali selvatici.

Oggi il Lagotto viene allevato soprattutto come cane da ricerca del tartufo e non come cane da caccia o da riporto. Infatti, il loro olfatto molto sviluppato li rende eccellenti cani da ricerca.

Sono, inoltre, eccellenti nuotatori che non mostrano esitazione in qualunque tipo di ambiente acquatico. Hanno un mantello molto impermeabile che li rende capaci di lavorare a lungo in acque anche gelide. Il lagotto va d’accordo con i bambini diventandone ottimi compagni a condizione che facciano un esercizio sufficiente.

È una razza facilmente addestrabile a vari compiti, ha una scarsa propensione all’abbaio; e non è aggressivo verso i consimili.

Il lagotto ama scavare e deve essere istruito a non scavare nei giardini; molti proprietari creano loro un angolo apposito per consentire loro di soddisfare le esigenze di scavatori.

fonte: wikipedia – link: database  pedigree

Lascia un commento