Tag Archives: Il Cane

L’importanza del cono d’odore per il cane da tartufi

L’importanza del cono d’odore per il cane da tartufi

L’importanza del cono d’odore per il cane da tartufi – Il cono d’odore è un mezzo utilizzato non solo dai cani da tartufo ma anche da quelli da ferma e da soccorso, fermo restando che il cane da tartufi può basarsi quasi esclusivamente su questo strumento visto che il tartufo essendo nato e cresciuto sotto terra non può lasciare “piste” come un selvatico o un essere umano. Necessita di cani la cui conformazione del cranio preveda seni frontali ampi e canne nasali dritte se non addirittura rivolte verso l’alto come nel caso caratteristico del Pointer. Gli assi cranio facciali saranno paralleli e convergenti in quanto riescono a valutare la presenza del tartufo inalando minuscole particelle odorose trasportate dal vento.

Tutto ciò permette, a seguito di profonde e rarefatte inspirazioni dell’aria, di incamerarne molta a livello dei seni nasali sviluppatissimi e incanalare una quota sufficiente di particelle che verranno poi concentrate e trasformate in stimoli elettrici.

Tutte quelle molecole o particelle che generano l’odore del tartufo, diffuse sottovento, si dispongono in un cono immaginario che risultano concentrate nei pressi della sorgente (il tartufo), che diventano sempre più rarefatte man mano che la distanza dalla sorgente aumenta (il cono di odore si allarga). Il cane, una volta entrato nel cono, procede a zig zag al fine di individuare la sorgente di odore più intensa che seguirà per raggiungere il tartufo.

La propagazione dell’odore è in funzione del tipo di terreno, del vento e della termica.

L’odore è trasportato dal vento in un cono, il cui vertice si trova vicino alla sorgente, il tartufo, e tende ad allargarsi con l’aumentare della distanza. Le frecce rappresentano il percorso compiuto dal cane per raggiungere il tartufo.

Le condizioni favorevoli per la cerca:

  • Temperatura tra i 15° e i 22°;
  • Cielo semicoperto;
  • Evaporazione – Condizioni di umidità.

Le condizioni sfavorevoli per la cerca:

  • Temperature oltre i 30°;
  • Pioggia;
  • Vento.