Il Bosco

vipere italiane distribuzione

Vipere Italiane distribuzione e habitat

Vipere Italiane distribuzione e habitat

Vipere Italiane distribuzione e habitat –

 Vipera Aspis Francisciredi vipera-aspis-francisciredi vipera-aspis-francisciredi2 vipera-aspis-francisciredi3
 La Vipera di Redi è una sottospecie di Aspide. Così chiamata in onore del medico, naturalista e letterato italiano Francesco Redi, questo serpente velenoso è presente nel centro e nord Italia.
 Vipera Aspis Atra vipera-aspis-aspis-atra vipera-aspis-aspis-atra2 vipera-aspis-aspis-atra3
La Vipera aspis atra comunemente chiamata vipera delle Alpi, è presente in quasi tutto il Sopra-Ceneri. Questo serpente predilige ambienti ben esposti al sole e lo si può incontrare in sassaie, corridoi di valanghe, pascoli con muri a secco e altri habitat in cui trova cibo e riparo.
Lo possiamo trovare sia nei fondovalle che ad oltre 2500 metri sopra il livello del mare (alcuni esemplari sono stati osservati a circa 3000 metri).
 Vipera Aspis Hugyi vipera-aspis-hugyi vipera-aspis-hugyi2

vipera-aspis-hugyi3

 Il capo si presenta triangolare, generalmente con macchie o barre scure e talvolta con una “V” rovesciata all’altezza della nuca. La banda dorsale è formata da una serie di ocelli in successione e asimmetrici, per circa 2/3 della lunghezza del corpo, il resto che segue, mostra due varianti, in altre parole, o degli ocelli distinti tra loro o un tipico disegno a “zig-zag” presente fino alla parte terminale, che solitamente è di colore giallo-verde chiaro. Evidenti sono anche le bande o macchie ventrali di colore scuro. Le parti inferiori si presentano grigio-rosate e delle volte chiare, fittamente punteggiate o macchiate di bruno o spesso di nero.
 Vipera Ammodytes vipera-ammodytes vipera-ammodytes2 vipera-ammodytes3
La vipera dal corno può raggiungere i 90 cm di lunghezza ed eccezionalmente superare il metro. La colorazione può variare dal marrone al grigio. Lungo il dorso corre un disegno di colore più scuro somigliante a una linea a zigzag o una serie di rombi uniti. Le forme melaniche sono rare.Caratteristica di questa specie è il “corno” posto sulla punta del muso. La vipera dal corno è la più pericolosa per l’uomo, tra le vipere osservate in Italia, anche se l’animale è timido e tende alla fuga in presenza di pericoli.

 ———–Continua a leggere——–

More from Il Bosco